Yemen: alle radici della violenza settaria

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaEditoriale in rivista / quotidianopeer review

Abstract

[Ita:]La Repubblica Unita dello Yemen, che comprende l’isola di Socotra nell’Oceano Indiano e gli arcipelaghi di Perim e Kamaran sul Mar Rosso, è uno dei paesi più poveri del mondo. La sua posizione strategica nell’angolo meridionale della penisola arabica (2000 chilometri di costa e solo 25 chilometri di distanza via mare da Gibuti), ai confini con il Sultanato dell’Oman e con l’Arabia Saudita, ne costituisce la sua importanza da secoli. Intensi furono sempre i legami tra la Penisola Arabica e le fasce costiere delle regioni est-africane e asiatiche, ove quest’ultime furono spesso sedi di reclutamento di truppe mercenarie destinate alla difesa dei potentati arabi, e sicuri rifugi durante le alterne vicende politico-dinastiche. In tale contesto, i legami locali connessi al tribalismo e al regionalismo furono molto più potenti delle appartenenze ai gruppi etnici e delle affiliazioni religiose.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Yemen: at the roots of sectarian violence
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-3
Numero di pagine3
RivistaISPI FAXLETTER
Volume2015
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015

Keywords

  • Violence
  • Yemen

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Yemen: alle radici della violenza settaria'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo