Working together in favour of health: citizens and face masks

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Fin dall’inizio della crisi dovuta a COVID-19, e sempre più con il passare dei mesi, le mascherine sono diventate metonimiche della pandemia stessa: la parte per il tutto. Le ragioni del fenomeno sono molteplici. Inizialmente, le ambigue dichiarazioni scientifiche relative alla loro “non efficacia” nel proteggere le persone sane dall’infezione ne hanno fatto un paradigma di mancanza di trasparenza e fiducia verso i cittadini da parte delle autorità, quando il problema era in primo luogo la scarsità dei dispositivi di protezione individuale (DPI).1 In seguito, il loro uso e la loro discussa obbligatorietà in luoghi chiusi e/o aperti sono diventati tout court il vessillo di concezioni differenti delle società liberaldemocratiche, del governo della pandemia e dei diritti dei cittadini.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Working together in favour of health: citizens and face masks
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)325-326
Numero di pagine2
RivistaEpidemiologia e prevenzione
Volume44
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • pandemia
  • diritto collaborativo alla salute
  • mascherine chirurgiche
  • soft law

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Working together in favour of health: citizens and face masks'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo