Word Sense Discrimination: A Gangplank Algorithm

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]L’obiettivo di questo articolo è descrivere un approccio di clustering non supervisionato e basato su grafi per individuare e discriminare i differenti sensi che un termine può assumere all’interno di un testo. Partendo da un grafo di cooccorrenze, vi definiamo una distanza fra nodi e applichiamo un algoritmo basato sulle “passerelle”, cioè archi che separano regioni dense (“isole”) all’interno del grafo. Discutiamo i risultati ottenuti su un insieme di dati composto da tweet.
Lingua originaleEnglish
Titolo della pubblicazione ospiteProceedings of the second Italian conference on Computational Linguistics CLiC-it 2015
Pagine77-81
Numero di pagine5
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015
EventoCLiC-it 2015 - Fondazione Bruno Kessler, Trento
Durata: 3 dic 20154 dic 2015

Convegno

ConvegnoCLiC-it 2015
CittàFondazione Bruno Kessler, Trento
Periodo3/12/154/12/15

Keywords

  • Natural Language Processing
  • Word Sense Discrimination
  • graph-based methods
  • unsupervised methods

Cita questo