Vittorini, Steiner e il ‘segno rosso’ del Politecnico

Lucia Geremia, con Anna Steiner

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Le pagine del "Politecnico" (1945-47) sono il vero banco di prova della collaborazione tra lo scrittore Elio Vittorini e il designer Albe Steiner, che avvia un’osmosi tra i loro rispettivi mestieri. Le premesse di questo sodalizio vanno ricercate, anzitutto, negli anni della Resistenza e nei primissimi lavori che hanno avvicinato gli intellettuali. Nel ripercorrere le collaborazioni di questi anni è stato utile servirsi degli appunti del grafico, oltre che dei bozzetti o delle riproduzioni che potessero rintracciare i segnali che hanno preceduto e permesso l’esperienza “politecnica”.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Vittorini, Steiner and the 'red sign' of the Politecnico
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)387-391
Numero di pagine5
RivistaARABESCHI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Elio Vittorini Albe Steiner Il Politecnico

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Vittorini, Steiner e il ‘segno rosso’ del Politecnico'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo