Vita emotiva e formazione

Vanna Iori

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La tesi del saggio è che tutta la nostra esistenza è intessuta di razionalità e sentimenti che sostanziano l’etica pedagogica. La vita emotiva è stata esclusa dal sapere visibile della formazione perché ritenuta perturbante e potenzialmente pericolosa, se non sottoposta al dominio della ratio. Una formazione umana autentica recupera il valore del legame tra pensare e sentire, superando le dicotomie mente-cuore, logos-pathos, oggettività-soggettività che hanno condotto al primato del “pensiero calcolante”. Le recenti ricerche sull’intelligenza emotiva e le scoperte delle neuroscienze confermano questo nesso. La competenza emotiva è quindi una competenza professionale primaria in pedagogia. Per una formazione ai sentimenti è necessario: ascoltarli, nominarli, comprenderli, accettarli, condividerli, assumendo la responsabilità del comportamento conseguente.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Emotional life and training
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)37-49
Numero di pagine13
RivistaEDUCATION SCIENCES & SOCIETY
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010

Keywords

  • education
  • emotional life
  • fenomenologia
  • formazione
  • phenomenology
  • vita emotiva

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Vita emotiva e formazione'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo