Visioni popolari. I consumi televisivi nelle rubriche dei lettori di «Vie Nuove» e «Famiglia Cristiana»

Damiano Garofalo

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]La storiografia italiana si è sempre mostrata piuttosto reticente ad affrontare i problemi relativi alla storia della ricezione culturale dei media. Questa è certamente una delle cause della mancata esistenza di una storia culturale della televisione che incroci l’ottica istituzionale dell’emittente con quella “dal basso” del ricevente. Questo paper è un primo tentativo di proporre una possibile pista di ricerca, al fine di analizzare la presenza dei consumi televisivi nelle culture popolari dell’Italia degli anni cinquanta e sessanta. A partire proprio dagli albori della diffusione nazionale del nuovo mezzo televisivo, sembra infatti possibile ricondurre i punti di vista sociologico e antropologico, che hanno a loro modo sviscerato l’argomento attraverso una letteratura critica di notevole interesse, nell’ambito della storia sociale della cultura, in un approccio apertamente interdisciplinare.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Popular views. TV consumption in the columns of readers of "Vie Nuove" and "Famiglia Cristiana"
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSguardi sulle prospettive della nuova ricerca storica
EditorM Di Giacomo, A Gori
Pagine137-147
Numero di pagine11
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • italian television, television audiences, rotocalchi

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Visioni popolari. I consumi televisivi nelle rubriche dei lettori di «Vie Nuove» e «Famiglia Cristiana»'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo