Virgilio, Aen. II 608-612 e il prologo della Medea sive Argonautae di Accio

Maria Jennifer Falcone

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

The passage of Virgil's Aeneid, II 608-612, shows an interesting intertextuality with the prologue of Accius' Medea sive Argonautae, transmitted by Cicero and very wellknown and also elsewhere imitated in Roman literature.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Virgil, Aen. II 608-612 and the prologue of the Medea sive Argonautae of Accio
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)203-212
Numero di pagine10
RivistaAEVUM ANTIQUUM
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014

Keywords

  • Accio
  • Accius
  • Intertestualità
  • Intertextuality
  • Medea
  • Virgil
  • Virgilio

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Virgilio, Aen. II 608-612 e il prologo della Medea sive Argonautae di Accio'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo