Utilizzo di videogiochi a contenuto aggressivo in adolescenza e monitoraggio genitoriale

Luca Milani, 27256, DI PSICOLOGIA FACOLTA', MILANO - Dipartimento di Psicologia, Giacomo Fumagalli

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]L’85% degli adolescenti videogioca almeno un giorno a settimana (Olson, et al., 2007); diversi studi evidenziano l’associazione tra uso di videogiochi violenti e aggressività (Willoughby, Adachi, & Good, 2011). Secondo Rideout et al. (2005), il controllo genitoriale sui videogiochi è scarso: meno del 20% dei ragazzi tra gli 8 ed i 18 anni segnala regole relative al contenuto dei titoli giocati. Telefono Azzurro (2011) conferma anche nel nostro Paese uno scarso controllo genitoriale. I dati raccolti nel campione di 348 adolescentei analizzati evidenziano la diffusione dei videogiochi classificati come inadatti proprio tra quei minori che il PEGI dovrebbe aiutare a tutelare. In secondo luogo si evidenzia come il controllo genitoriale sui videogiochi sia poco presente. Infine, nel presente campione non sembra possibile confermare una piena correlazione tra uso continuato di videogiochi da parte dei ragazzi e loro aggressività.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Use of aggressive video games in adolescence and parental monitoring
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteCongresso nazionale delle sezioni AIP
Pagine233-234
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012
EventoCongresso nazionale delle sezioni AIP - Chieti - 20-23 Settembre 2012 - Chieti
Durata: 20 set 201223 set 2012

Convegno

ConvegnoCongresso nazionale delle sezioni AIP - Chieti - 20-23 Settembre 2012
CittàChieti
Periodo20/9/1223/9/12

Keywords

  • minitoraggio genitoriale
  • videogiochi

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Utilizzo di videogiochi a contenuto aggressivo in adolescenza e monitoraggio genitoriale'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo