Uscita didattica e territorio: riflessi geografici e formazione del cittadino

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]L’uscita sul territorio rappresenta uno dei metodi di maggiore utilità pratica e di più rilevante valore formativo ed educativo nel lavoro geografico scolastico perché offre un importante contributo allo sviluppo dell’intelligenza spaziale, alla conoscenza del territorio e della sua complessità, allo sviluppo di immagini sul mondo e all’educazione di uno sguardo critico per una cittadinanza attiva e responsabile. Il contributo propone una riflessione metodologica sull’uscita sul terreno ed esamina sia quelli che sono i principali ostacoli cognitivi che lo studente incontra nello studio della geografia e dell’ambiente (la lunga durata dei fenomeni in gioco, l’impossibilità di osservare direttamente le forze agenti e i processi che modellano e trasformano il paesaggio, ecc.), sia i rischi di “reificazione” e di “naturalizzazione” insiti nella metodologia in oggetto.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Educational output and territory: geographic reflections and citizen training
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteL’uscita didattica come educazione alla geografia, alla storia e al turismo. Spunti di riflessione teorici e pratici
EditorPAOLO MOLINARI, Thomas Gilardi
Pagine25-52
Numero di pagine28
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • Didattica della Geografia
  • Fieldwork
  • Geography learning
  • Uscita didattica

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Uscita didattica e territorio: riflessi geografici e formazione del cittadino'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo