Uscita didattica e strutturazione del pensiero geografico nella scuola primaria

Paolo Molinari, Flavia Caironi

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]L’educazione all’orientamento e la decodifica fisica, naturale e culturale dell’ambiente circostante sono funzioni fondamentali per la conoscenza del territorio e della sua complessità e per lo sviluppo dell’intelligenza spaziale del bambino. Il conseguimento di tali obiettivi è tra i principali compiti, nonché il contributo più importante e originale, della geografia nel primo ciclo di istruzione. In tal senso, l’uscita sul terreno costituisce una metodologia di insegnamento/apprendimento finalizzata che riveste un ruolo centrale nella strutturazione della dimensione spaziale del bambino e nella crescita cognitiva personale. L’articolo presenta un’esperienza pensata e progettata per gli studenti del Corso di laurea in Scienze della formazione primaria, svoltasi presso il Fontanile Nuovo di Bareggio, area protetta ubicata nel comune di Bareggio e compresa nel Parco regionale di cintura metropolitana "Parco Agricolo Sud Milano".
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Didactic output and structuring of geographic thinking in primary school
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)54-58
Numero di pagine5
RivistaAMBIENTE SOCIETÀ TERRITORIO
VolumeLV
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010

Keywords

  • Fieldwork
  • Geographicity
  • Geography learning
  • Pensiero geografico
  • Scuola primaria
  • Uscita didattica

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Uscita didattica e strutturazione del pensiero geografico nella scuola primaria'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo