Una commistione di odi e perdoni da superare: la memoria in comune e l’Italia

Cesare Silla

Risultato della ricerca: Altra tipologiaOther contribution

Abstract

[Ita:]Provare a scrivere di memoria secondo la prospettiva della nazione italiana, o della storia italiana, o dell’italianità, è un azzardo, morale prima che intellettuale. Poiché la nostra memoria storica è lacerata; poiché la nostra storia politica è tortuosa. Noi siamo i figli di due rimozioni lontane nel passato, quella del trascorso monarchico e quella del ventennio fascista. Noi siamo i figli di una stagione, più recente, in cui terrorismi di due specie contrapposte volevano rovesciare il regime repubblicano faticosamente conquistato (e ancora non sappiamo con l’aiuto, o la connivenza di chi, gli uni o gli altri seminarono morte e dolore in vista di quello che ritenevano un bene superiore). Si può dire che il compito di fare gli italiani, dopo aver fatto l’Italia, sia un progetto per molti aspetti ancora incompiuto, poiché incompiuta è la costruzione di una memoria storica condivisa che, al contrario, rappresenta ancora oggi un elemento di contrapposizione, divisione o ignoranza reciproca.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] A mixture of hatred and forgiveness to be overcome: common memory and Italy
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • identità collettiva
  • memoria comune
  • storia politica

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Una commistione di odi e perdoni da superare: la memoria in comune e l’Italia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo