Un percorso per la scultura lignea a Treviglio tra Quattro e Cinquecento

Carlo Cairati*

*Autore corrispondente per questo lavoro

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Nel contributo è sunteggiato un percorso per la scultura lignea a Treviglio tra Quattrocento e Cinquecento, fornendo un quadro di contesto attorno ai due massimi capolavori conservati nella cittadina della Gera d'Adda: il polittico di San Martino di Zenale e Butinone, con la cornice intagliata dai fratelli Giovanni Ambrogio e Giovanni Pietro de Donati, e l'Adorazione dei Pastori di Giovanni Angelo Del Maino. In aggiunta, a fronte della ricerca d'archivio e dell'esame autoptico di altre statue presenti nel borgo, nel testo sono presentati nuovi dati e fornite precisazioni in merito al panorama della scultura lignea rinascimentale trevigliese
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] A journey through wooden sculpture in Treviglio between the fifteenth and sixteenth centuries
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteIl polittico di San Martino: l'opera nel suo contesto. Dipinti e sculture a Treviglio tra Medioevo ed Età Moderna
EditorStefania Buganza, Carlo Cairati
Pagine103-125
Numero di pagine23
Stato di pubblicazionePubblicato - 2024

Keywords

  • wooden sculpture
  • polyptych
  • polychrome decoration
  • carving
  • Renaissance
  • Giovanni Pietro de Donati
  • Bernardino Butinone
  • Pietro Bussolo
  • Giovanni Angelo Del Maino
  • Treviglio
  • Martino Lodoli da Pontirolo
  • Bernardo Zenale
  • Giovanni Ambrogio de Donati

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Un percorso per la scultura lignea a Treviglio tra Quattro e Cinquecento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo