Un caso di traduzione: l'incontro tra Luciano e Alberti

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]L'idea di traduzione di Emilio Mattioli presenta un aspetto storico e uno teorico. Il lucianesimo – come fenomeno estetico, critico e filologico-letterario – segnala la continuità di uno stile di pensiero che si pone diversamente in ogni epoca della sua ricezione e in particolare l'incontro fra Luciano e Alberti è il più importante dell'umanesimo, prima del confronto di Erasmo con Luciano. Inoltre, dal punto di vista teorico, Mattioli predilige un approccio fenomenologico chiedendosi "che senso ha il tradurre?" e rispondendo che poetica e retorica sono le strutture essenziali del tradurre, tenendo così conto del suo specifico genere letterario e della concezione della lingua posseduta dal traduttore. Anche da questo punto di vista la traduzione appare come un modo di prendere posizione nel tempo, di esaminare il personale rapporto con la storia. Nella storia la traduzione consente di proporre con responsabilità modelli pratici, qualitativamente originali nella loro differenza, senza volersi rendere accettabile a tutti i costi dalla cultura di arrivo, trasformando l'opera d'arte in semplice prodotto.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] A case of translation: the meeting between Luciano and Alberti
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteTra estetica, poetica e retorica. In memoria di Emilio Mattioli
EditorRITA MESSORI
Pagine157-182
Numero di pagine26
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • Alberti
  • Lucian
  • Luciano
  • Mattioli
  • Traduzione
  • Translation

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Un caso di traduzione: l'incontro tra Luciano e Alberti'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo