Trionfi di <<celesti campioni>>. Traslazioni di reliquie e feste per i santi tra Carlo e Federico Borromeo

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]La traslazione di reliquie è una delle grandi invenzioni rituali e festive di Carlo Borromeo e ha valenze religiose, devozionali, spirituali e politiche. L'arcivescovo Borromeo inizia una vera e propria tradizione festiva che trasforma la città in un palcoscenico in cui si manifesta la presenza visibile dei santi e si comunica il modello esemplare della loro vita terrena, celebrando al contempo anche la tradizione della chiesa ambrosiana. La tradizione è ripresa da Federico Borromeo che, nel 1609, organizza una grandiosa traslazione di reliquie documentata da un manoscritto che riporta la descrizione degli apparati effimeri realizzati per l'occasione. Federico Borromeo non risulta solo committente bensì mostra di essere anche parzialmente ideatore della invenzione retorica della festa, ispirata al modello antico del trionfo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Triumphs of &lt; <celesti campioni> &gt;. Transfer of relics and feasts for the saints between Charles and Federico Borromeo
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteNorma del Clero, Speranza del Gregge. L'opera riformatrice di san Carlo tra centro e periferia della Diocesi di Milano
Pagine331-370
Numero di pagine40
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015
EventoNorma del Clero Speranza del Gregge. L'opera riformatrice di san Carlo tra centro e periferia della Diocesi di Milano - Milano
Durata: 21 mag 201022 mag 2010

Convegno

ConvegnoNorma del Clero Speranza del Gregge. L'opera riformatrice di san Carlo tra centro e periferia della Diocesi di Milano
CittàMilano
Periodo21/5/1022/5/10

Keywords

  • BAROCCO
  • BAROQUE
  • FESTA
  • FESTIVAL
  • MILAN
  • MILANO
  • RELICS
  • RELIQUIE
  • SAINTS
  • SANTI
  • TEATRO
  • THEATRE

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Trionfi di <<celesti campioni>>. Traslazioni di reliquie e feste per i santi tra Carlo e Federico Borromeo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo