Traiettorie di sviluppo neuropsicologico in bambini di età prescolare nati moderatamente pretermine

Chiara Ionio, Andrea Bonanomi, Eleonora Mascheroni, 27256, DI PSICOLOGIA FACOLTA', MILANO - Dipartimento di Psicologia, 27494, MILANO - Dipartimento di Scienze statistiche, Elisa Riboni, Chiara Dallatomasina, Maria Grazia Natali Sora, Monica Falautano, Antonella Poloniato, Graziano Barera

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]INTRODUZIONE Nonostante la presenza di ricerche sulle difficoltà della nascita prematura, i risultati sugli esiti evolutivi sono eterogenei (Aarnoudse-Moens et al., 2012; Kerstjens et al., 2012). Ciò potrebbe essere spiegato da aspetti biologici e ambientali, ma anche metodologici. Tra questi l’uso dell’età cronologica (UCA) o corretta (CA) (Romeo et al., 2012). Gli obiettivi di questo lavoro sono: confrontare lo sviluppo neuropsicologico di bambini pretermine a basso rischio con quello di nati a termine a 24 e a 36 mesi e indagare l’utilità della CA e della UCA nel follow-up dei pretermine. METODO Il campione è composto da 104 bambini (55 pretermine; EG media=32.01; peso medio=1610.20). Gli strumenti utilizzati (previo consenso) sono le Bayley-III (Bayley, 2006) e la CBCL 1½-5 (Achenbach & Rescorla, 2000). RISULTATI Le analisi preliminari (t-test, ANOVA e correlazioni) sembrano evidenziare: un minor livello di performance dei pretermine nelle scale cognitiva e del linguaggio a 24 (t = 5.79, p < .001; t = 3.32, p < .001) e a 36 (t = 1.98, p < .05; t = 3.09, p < .01) mesi; la presenza di un ritardo nei pretermine con UCA nello sviluppo di competenze cognitive tra 24 e 36 mesi (F = 3,930, p < .05); correlazioni significative tra punteggi alle Bayley, sia per CA sia per UCA, e: a) età gestazionale (24 mesi) (ρ = .468, p < .001); b) giorni di degenza (36 mesi) (ρ = -.449, p < .01); c) presenza di tratti ansiosi/depressivi e aggressivi (36 mesi) (ρ = .479, p < .05; ρ = .514, p < .01). CONCLUSIONI I dati indicano che i bambini pretermine hanno maggiori difficoltà in particolare nello sviluppo cognitivo, anche se il gap evolutivo sembra ridursi negli anni. L’utilizzo della CA e della UCA ha evidenziato come l’uso della CA sia utile fino ai 2 anni. I risultati evidenziano come le variabili biologiche alla nascita influenzino lo sviluppo dei bambini pretermine fino ai 24 mesi, mentre le loro performance a 36 mesi appaiono influenzate da più fattori quali i tratti comportamentali del bambino e i giorni di degenza.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Trajectories of neuropsychological development in preschool children born moderately preterm
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospitePreatti del XXVII Congresso AIP Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione
Pagine167
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014
EventoXXVII Congresso AIP Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione - Università della Calabria, Arvacata di Rende
Durata: 18 set 201420 set 2014

Convegno

ConvegnoXXVII Congresso AIP Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione
CittàUniversità della Calabria, Arvacata di Rende
Periodo18/9/1420/9/14

Keywords

  • preamaturi
  • traiettorie di sviluppo neuropsicologico

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Traiettorie di sviluppo neuropsicologico in bambini di età prescolare nati moderatamente pretermine'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo