Tracce di modernismo nel Seminario di Bergamo

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il saggio si concentra sul Seminario di Bergamo dagli ultimi anni dell’episcopato di Camillo Guindani fino all’episcopato di Giacomo Maria Radini Tedeschi. In particolare, si focalizza sul rinnovamento promosso da alcuni docenti, sensibili alla scienza, al metodo critico-storico e alle aspirazioni del movimento sociale cattolico. L’attrito provocato sul tradizionale impianto di studi seminaristico, improntato a un forte tomismo e orientato a spiritualizzare il sacerdote, produce tensioni tali da provocare l’espulsione dei professori intellettualmente più dinamici. In tal modo, in contrasto con una certa storiografia, il saggio dimostra la porosità fra istituzione seminariale, cultura moderna e società civile durante gli anni segnati dal modernismo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Traces of modernism in the Seminary of Bergamo
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)89-123
Numero di pagine35
RivistaIOANNES XXIII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Bergamo
  • Modernismo
  • Seminario
  • Teologia

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Tracce di modernismo nel Seminario di Bergamo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo