Termini formali e non formali. Quali criteri di distinzione?

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

In this paper I argue that a sharp distinction between formal (or functional) and non-formal (or lexical) terms is untenable, even in logic. At most terms can be arranged on a continuum which starts with the least formal and content rich and ends with the most formal and content poor. Formal terms will refer to very general relations
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Formal and non-formal terms. What criteria of distinction?
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAtti del XVI Congresso nazionale (Cagliari, 10-12 settembre 2009)
Pagine183-192
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010
EventoXVI Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio - Cagliari
Durata: 10 set 200912 ott 2009

Convegno

ConvegnoXVI Congresso della Società di Filosofia del Linguaggio
CittàCagliari
Periodo10/9/0912/10/09

Keywords

  • Formal terms
  • Logical terms

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Termini formali e non formali. Quali criteri di distinzione?'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo