Sulle epigrafi greche e alcuni soggetti pittorici di villa Maggi a Cadignano

Corrado Cuccoro

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]La stupefacente originalità iconografica e la squisita dottrina sottesa alla concezione rendono ardua, in parecchi casi, l’interpretazione degli affreschi di villa Maggi a Cadignano, dalla decodificazione simbolica dei particolari fino all’identificazione di interi soggetti1. La stanza centrale, su cui verte il presente contributo, ha la peculiarità di recare, nelle vele sovrastanti o intercalate ai dipinti, iscrizioni di carattere gnomico in lingua greca, indipendenti o collegate tra loro, ma comunque all’interno della parete di appartenenza e in costante rapporto dialettico con le immagini prossime. Il testo verbale e la sequenza iconica, sempre cooperanti in modo suggestivo e mai schematico, costituiscono certamente un ciclo unitario che mobilita in chiave sapienziale, sfumandone i contorni, la storia e il mito, il paganesimo e il cristianesimo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] On the Greek epigraphs and some pictorial subjects of Villa Maggi in Cadignano
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSulle tracce di Lattanzio Gambara. Gli affreschi in Palazzo Maggi di Cadignano
Pagine162-167
Numero di pagine6
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Antonio Campi
  • Arte manieristica
  • Lattanzio Gambara
  • Ricezione del mito

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Sulle epigrafi greche e alcuni soggetti pittorici di villa Maggi a Cadignano'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo