Sull’applicabilità dell’articolo 640 co. 2 n. 1) c. p. alle società miste. Brevi considerazioni a margine della sentenza C. Cass., II Sez. penale, 30 ottobre 2012, n. 42408, Rel. Fiandanese; ric. Caltagirone Bellavista

Eliana Greco

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il lavoro che qui si propone ha lo scopo d’indagare – sinteticamente, e prendendo le mosse dalle trame concettuali sottese alla sentenza in epigrafe – la natura giuridica e lo statuto dogmatico delle società di capitali a partecipazione pubblica, e a dedurne, più precipuamente, l’eventuale compatibilità/incompatibilità con l’aggravante di cui all’art. 640 co. 2 n. 1) c. p. Il tema – che è certamente magmatico – può essere, per brevità e chiarezza, riassunto nel seguente interrogativo: «può una società per azioni a partecipazione mista esser qualificabile come ente pubblico e, dunque, integrare l’aggravante in esame?». La risposta al quesito è, secondo la Corte di Cassazione, affermativa.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] On the applicability of article 640 co. 2 no. 1) of the Italian Criminal Code. Brief considerations in the margin of the C. Cass. Judgment, II Section criminal, October 30, 2012, n. 42408, Rel. Fiandanese; ric. Caltagirone Bellavista
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)205-218
Numero di pagine14
RivistaDIRITTO PENALE CONTEMPORANEO
Volume2013
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • Società miste, truffa aggravata, qualifiche soggettive pubblicistiche, organismo di diritto pubblico

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Sull’applicabilità dell’articolo 640 co. 2 n. 1) c. p. alle società miste. Brevi considerazioni a margine della sentenza C. Cass., II Sez. penale, 30 ottobre 2012, n. 42408, Rel. Fiandanese; ric. Caltagirone Bellavista'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo