Studi su Ardengo Soffici

Eraldo Bellini

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]Si ricostruisce l'apprendistato stilistico dello scrittore toscano analizzando alcuni scritti creativi mai più raccolti, o fortemente ritoccati nel volume delle Opere, e utilizzando il prezioso epistolario Soffici-Papini conservato presso la Fondazione "Primo Conti" di Fiesole. Successivamente si prende in considerazione "Lemmonio Boreo", romanzo edito nel 1912 ma ristampato con aggiunte significative dall'autore nel 1921. Attraverso un confronto tra le due edizioni del libro si colgono i mutamenti ideologici di Soffici dagli anni della "Voce" all'inquieto periodo postbellico. Si ricostruiscono quindi le brevi ma intense vicende di una rivista troppo in fretta dimenticata alla quale collaborarono, oltre Papini e Soffici, anche Alberto Savinio e Giorgio De Chirico. Il lavoro si correda di un indice generale della rivista in cui i vari interventi (nella quasi totalità adespoti) vengono attribuiti ai vari collaboratori in base a documenti epistolari inediti conservati presso la Fondazione "Primo Conti" di Fiesole. L'ultimo capitolo "Soffici, Ungaretti e la guerra", sullo sfondo degli stretti rapporti personali che si intrecciano tra i due scrittori, rilegge le prose di guerra di Soffici nella prospettiva della prima raccolta poetica ungarettiana.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Studies on Ardengo Soffici
Lingua originaleItalian
EditoreVita e Pensiero
Numero di pagine227
ISBN (stampa)8834304357
Stato di pubblicazionePubblicato - 1987

Serie di pubblicazioni

NomeScienze filologiche e letteratura

Keywords

  • Papini
  • Soffici
  • Ungaretti

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Studi su Ardengo Soffici'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo