Statuti della musica. Studi sull'estetica musicale tra Sei e Ottocento

Maurizio Padoan, Andrea Luppi

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]L'assunto fondamentale dell'indagine è quello di contribuire alla ricostruzione di alcune significative coordinate presenti nell'elaborazione teorica dal diciassettesimo al diciannovesimo secolo. In ottemperanza a tale presupposto l'angolazione prescelta tende a considerare soprattutto il livello della riflessione puramente estetica, escludendo tratti e problemi più propriamente attinenti alla fenomenologia della prassi o pertinenti ad una valutazione «congiunturale» dell'evento musicale: un'impostazione che, lungi dal voler misconoscere la rilevanza di una lettura attenta ai diversi segmenti implicati dal pensiero teorico, muove dall'esigenza di mettere a fuoco in modo il più possibile nitido il tratto eminentemente estetico rivelato da tali orientamenti.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Statutes of music. Studies on musical aesthetics between the sixteenth and nineteenth centuries
Lingua originaleItalian
EditoreA.M.I.S. (Antiquae Musicae Italicae Studiosi) - Como
Numero di pagine173
ISBN (stampa)N/A
Stato di pubblicazionePubblicato - 1989

Serie di pubblicazioni

NomeContributi musicologici del Centro Ricerche dell'A.M.I.S. - Como

Keywords

  • Romanticismo
  • bello ideale
  • effetto morale
  • empirismo
  • imitazione
  • libretto
  • melodramma
  • musica e società
  • norma estetica
  • oscillazioni del gusto
  • passioni
  • razionalismo classicista
  • referenziale
  • sensismo
  • storicità del bello
  • verosimiglianza

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Statuti della musica. Studi sull'estetica musicale tra Sei e Ottocento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo