"Stanotte non dorme il cortile" di Gianni Rodari e di Marcello Sartarelli. Una "realtà fantastica" nel teatro italiano degli anni Cinquanta

Maria Rita Simone

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]"Stanotte non dorme il cortile", scritto da Gianni Rodari e da Marcello Sartarelli, rappresenta un caso unico nell'ambito del Teatro di massa. I protagonisti sono i giovani e i bambini. A sottolineare l'unicità dell'esperienza è anche la presenza di temi storici uniti a racconti fantastici. Lo spettacolo va in scena al Teatro Carlo Felice di Genova il 17 febbraio 1951. La storia che ruota attorno a un cortile e ai bambini che lo animano, si sviluppa dal 1943 al secondo dopoguerra. In "Stanotte non dorme il cortile" la dimensione reale e quella fantastica convivono. Quest'ultima viene analizzata in relazione ad un'utopia favolistica che, anche se minoritaria, non è estranea al realismo degli anni '50.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] "Tonight the courtyard does not sleep" by Gianni Rodari and Marcello Sartarelli. A "fantastic reality" in the Italian theater of the 1950s
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)43-66
Numero di pagine24
RivistaIL CASTELLO DI ELSINORE
VolumeXXVII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014
Pubblicato esternamente

Keywords

  • Teatro di massa
  • Gianni Rodari
  • The Mass Theatre
  • Teatro italiano del secondo dopoguerra
  • Marcello Sartarelli

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di '"Stanotte non dorme il cortile" di Gianni Rodari e di Marcello Sartarelli. Una "realtà fantastica" nel teatro italiano degli anni Cinquanta'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo