Stacchi e strappi di affreschi tra Settecento e Ottocento. Antologia dei testi fondamentali

Luca Ciancabilla

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]La vita di Antonio Contri ferrarese pittore e rilevatore di pitture dai muri scritta da Girolamo Baruffaldi, le lettere sul restauro del canonico Luigi Crespi al conte Francesco Algarotti, il fondamentale testo di Leopoldo Cicognara sul Distacco delle pitture a fresco editato sull’Antologia di Firenze nel maggio del 1825. Queste le fonti sette-ottocentesche che vengono indagate in Stacchi e strappi di affreschi tra settecento e Ottocento a significare l’intenso clima culturale che dalla seconda metà del Settecento accolse e caratterizzò i primi esperimenti di stacco e strappo delle pitture murali in Italia, favorendo già nell’immediato un acceso dibattito critico fra sostenitori e detrattori della prassi estrattista che ne accompagnerà i progressi tecnici sino a tutta le seconda metà del Novecento.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Detachments and tears of frescoes between the eighteenth and nineteenth centuries. Anthology of fundamental texts
Lingua originaleItalian
EditoreEdifir
Numero di pagine164
ISBN (stampa)9788879703635
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Serie di pubblicazioni

NomeSTORIA E TEORIA DEL RESTAURO

Keywords

  • Affreschi
  • Distacco

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Stacchi e strappi di affreschi tra Settecento e Ottocento. Antologia dei testi fondamentali'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo