Sperimentazione e comitati etici in Italia

Antonio Gioacchino Spagnolo, Roberta Minacori

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]I Comitati Etici (CE) hanno avuto un improvviso e rapido sviluppo in Italia agli inizi degli anni ’90 quando la Direttiva Europea ne aveva reso obbligatorio il parere prima dell’inizio delle sperimentazioni cliniche. La organizzazione e il significato di questi organismi si sono successivamente definiti man mano che il Comitato Nazionale per la Bioetica e il Ministero della Salute con i suoi organismi operativi hanno emanato pareri e decreti. Nel corso degli anni tuttavia, i CE si sono evoluti in organismi piuttosto burocratici e l’istituzione in ogni struttura sede di sperimentazione, piccola o grande che fosse, ha contribuito a farne aumentare considerevolmente il numero. I recenti orientamenti normativi, però, mentre ne prevedono un drastico taglio, rapportandone il numero alla popolazione, non ha ancora ben definito la loro organizzazione e dubbi e perplessità si presentano all’orizzonte circa il loro funzionamento.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Experimentation and ethics committees in Italy
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteClinica e tecnologia nella medicina contemporanea
Pagine153-161
Numero di pagine9
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
EventoV Convegno del Comitato Etico per le attività biomediche "Carlo Romano". Clinica e Tecnologia nella Medicina Contemporanea - Napoli
Durata: 21 nov 201223 nov 2012

Convegno

ConvegnoV Convegno del Comitato Etico per le attività biomediche "Carlo Romano". Clinica e Tecnologia nella Medicina Contemporanea
CittàNapoli
Periodo21/11/1223/11/12

Keywords

  • clinical research
  • comitati etici
  • research ethics committees
  • sperimentazione clinica

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Sperimentazione e comitati etici in Italia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo