Spazio fisico e spazio simbolico nel progetto educativo degli oratori italiani tra Otto e Novecento

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Tra la fine dell’Ottocento ed il primo Novecento, i sacerdoti e gli educatori impegnati nella pastorale giovanile si proposero di definire l’identità pedagogica e la struttura organizzativa degli oratori italiani, pianificando attentamente gli spazi in cui, specialmente la domenica, venivano radunati i ragazzi e i giovani per offrire loro momenti di istruzione catechistica, di preghiera e di ricreazione. Alla luce di alcune delle più recenti istanze della ricerca storico-educativa, il contributo intende descrivere quegli spazi, considerando non soltanto le loro caratteristiche fisiche ma anche i loro significati simbolici. Le fonti analizzate consentono di conoscere le norme con cui dovevano essere costruiti gli oratori e quali fossero le destinazioni d’uso dei loro ambienti e, quindi, di interpretare queste prescrizioni alla luce delle non sempre esplicite matrici pedagogiche da cui esse traevano origine.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Physical space and symbolic space in the educational project of Italian oratories between the nineteenth and twentieth centuries
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)67-79
Numero di pagine13
RivistaPEDAGOGIA OGGI
VolumeXVII
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Oratorio
  • Secc. XIX-XX
  • Spazi dell’educazione
  • Storia dell'educazione popolare cattolica
  • Storia della cultura materiale dell'educazione

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Spazio fisico e spazio simbolico nel progetto educativo degli oratori italiani tra Otto e Novecento'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo