Social-virus. Piattaforme, istituzioni e hashtag durante la pandemia.

Nicoletta Vittadini, Paolo Carelli

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]L’emergenza causata dalla diffusione del Covid-19 e le conseguenti misure adottate sull’intero territorio nazionale hanno trovato nei social media un terreno di racconto e rappresentazione florido e interessante. Sospeso tra l’esigenza di indirizzare l’informazione verso i canali ufficiali evitando le fake news e la creatività di una popolazione di utenti “costretta” nelle proprie case (e quindi, ancora di più connessa ai propri devices), il mondo delle piattaforme social è spesso diventato crocevia di strategie comunicative istituzionali e rappresentazioni dal basso, luogo di discussione capace non solo di interpretare il dibattito quotidiano, ma di anticiparlo, di dettare l’agenda, di stimolare punti di vista molteplici, in bilico tra ironia e rabbia, solitudine e condivisione, nuove abitudini contingenti e necessità di immaginare il futuro. Il saggio analizza le campagne di comunicazione che le istituzioni nazionali hanno realizzato attraverso i social media, ma anche le forme di aggregazione - attraverso gli hashtag - dei discorsi sociali.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Social-virus. Platforms, institutions and hashtags during the pandemic.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteL'altro Virus. Comunicazione e disinformazione al tempo del COVID-19
EditorMarianna Sala, Massimo Scaglioni
Pagine31-52
Numero di pagine22
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Covid-19
  • Disinformazione
  • Fake News
  • Social Media

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Social-virus. Piattaforme, istituzioni e hashtag durante la pandemia.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo