Sentirsi parte e prendere parte. Il contributo delle famiglie straniere alla progettazione dei servizi per l'infanzia

Elisabetta Musi, Alessandra Augelli

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Nei servizi educativi i genitori stranieri vengono accolti ma raramente assunti come interlocutori con cui attivare pratiche di rilettura critica di nidi e scuole d’infanzia. Come cogliere la rappresentazione multiculturale dell’infanzia attraverso la voce dei genitori stranieri? Come sostenere i genitori stranieri nel farsi portavoce di riflessioni e pratiche partecipative nei servizi? Queste le domande generative della ricerca mixed-method che si illustra nel contributo. Attraverso focus group e interviste in profondità sono state raccolti i pensieri di alcune mamme straniere con figli di età 0-6 anni. Temi del confronto sono stati: la concezione di bambino 0-6, l’idea di educazione e il ruolo dell’adulto, la vita di comunità nei servizi per l’infanzia, la partecipazione delle famiglie.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Feel part and take part. The contribution of foreign families to the design of childcare services
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)6-22
Numero di pagine17
RivistaIUL RESEARCH
Volume2021
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • famiglie straniere,
  • partecipazione,
  • progettualità
  • servizi “zerosei”,
  • intercultura,

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Sentirsi parte e prendere parte. Il contributo delle famiglie straniere alla progettazione dei servizi per l'infanzia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo