Se la vittima è immigrata fa la differenza? Effetti di in-group e out-group dello status di immigrato per il disimpegno morale nel bullismo: uno studio sperimentale

Simona Carla Silvia Caravita, Dagmar Strohmeier, Paola Di Blasio

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]Il contributo descrive uno studio sperimentale in cui sono state esaminate le variazioni nel disimpegno morale di autogiustificazione di atti di bullismo dovute allo status di immigrato della vittima di prepotenze.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Does it make a difference if the victim is an immigrant? In-group and out-group effects of immigrant status for moral disengagement in bullying: an experimental study
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteXXVII Congresso AIP Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione
PagineN/A
Stato di pubblicazionePubblicato - 2014
EventoXXVII Congresso AIP Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione - Cosenza
Durata: 18 set 201420 set 2014

Convegno

ConvegnoXXVII Congresso AIP Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione
CittàCosenza
Periodo18/9/1420/9/14

Keywords

  • bullismo
  • bullismo discriminatorio
  • disimpegno morale
  • immigrazione

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Se la vittima è immigrata fa la differenza? Effetti di in-group e out-group dello status di immigrato per il disimpegno morale nel bullismo: uno studio sperimentale'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo