Riformismo al femminile. Il progetto di carlotta De Saxy Visconti per l'istruzione femminile nella Milano napoleonica (1805)

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]ANGELO BIANCHI, Riformismo al femminile. Il progetto di Carlotta De Saxy Visconti per l’istruzione femminile nella Milano napoleonica (1805). Carlotta Ercolina De Saxy Visconti, nobildonna milanese, fu tra le principali figure femminili attive nella Milano dei Lumi e fino all’avvio dell’era napoleonica. Influenzata dalle correnti del filogiansenismo toscano e ligure, in corrispondenza con il vescovo di Pistoia Scipione De’ Ricci e con Vincenzo Palmieri, rappresentò uno degli elementi di collegamento tra le due capitali del riformismo ausburgico in Italia, tra Firenze e Milano, grazie ai contatti di amicizia e vicinanza con Pietro Verri, Alfonso Longo, Giuseppe Gorani, ed altri esponenti dell’illuminismo lombardo. Per la competenza e l’impegno dimostrati attraverso i suoi scritti sull’educazione femminile, fu incaricata dall’imperatore Giuseppe II di sovrintendere all’organizzazione di un sistema di collegi per l’educazione delle ragazze, nel corso degli interventi di riforma della vita religiosa congregata femminile. Tale incarico le fu rinnovato anche dopo l’avvento della Repubblica Cisalpina, e ininterrottamente fino alla proclamazione del Regno d’Italia, nel 1805, l’anno della sua morte. Durante questi anni, ella produsse una cospicua mole di piani e regolamenti per l’organizzazione di un sistema scolastico femminile, la cui sintesi è rappresentata dal progetto che si pubblica in appendice al presente saggio. Il ruolo di moglie e di madre, di prima educatrice dei futuri cittadini, che veniva riconosciuto alle donne nella società uscita dalla rivoluzione francese, rendeva l’opera di educazione delle ragazze una delle componenti politiche più rilevanti per la realizzazione e il consolidamento del nuovo regime. Secondo la De Saxy, l’educazione doveva perciò essere laica, ma non irreligiosa, anzi nella religione cattolica doveva ritrovare i fondamenti morali, inoltre doveva essere elevata e distinta, attenta cioè alla provenienza e alla destinazione sociale delle ragazze, per questo articolata in classi, di maggiore o minore grado di istruzione.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Female reformism. Carlotta De Saxy Visconti's project for female education in Napoleonic Milan (1805)
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteScritti in onore di Giovanna Da Molin. Popolazione, famiglia e società in età moderna
EditorA. Carbone
Pagine21-52
Numero di pagine32
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Filo-Jansenismus and Enlightenment
  • Filogiansenismo e Illuminismo
  • Gender History
  • Istruzione femminile
  • Modern History
  • Storia delle donne
  • Storia moderna
  • Women's Education

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Riformismo al femminile. Il progetto di carlotta De Saxy Visconti per l'istruzione femminile nella Milano napoleonica (1805)'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo