Retorica, poetica e monumentalismo: il dibattito critico del rapporto tra scultura e architettura negli anni Venti e Trenta in Italia

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il VI Convegno Volta, tenutosi a Roma nell'ottobre 1936, pose al centro del dibattito critico internazionale i rapporti tra architettura e arti figurative. Scultori, pittori e architetti si esprimono all'inizio degli anni Trenta sia teoricamente, che in realizzazioni concrete, sul tema delle decorazione degli ambienti e del ritrovato ruolo dell'arte nell'architettura. Partendo dall'analisi di questo significativo convegno, il contributo pone l'accento, anche attraverso l'analisi di alcune rilevanti imprese scultoree monumentali, sul dibattito nell'arte decorativa di quegli anni, divisa tra poetica e retorica fascista, mettendo al contempo tale tema in relazione alle opere monumentali di Libero Andreotti.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Rhetoric, poetics and monumentalism: the critical debate on the relationship between sculpture and architecture in the 1920s and 1930s in Italy
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteNotiziario della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
EditorB Arbeid, A Pessina, M. Tarantini
Pagine41-47
Numero di pagine7
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • Libero Andreotti
  • Scultura monumentale

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Retorica, poetica e monumentalismo: il dibattito critico del rapporto tra scultura e architettura negli anni Venti e Trenta in Italia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo