Reti di reciprocità nei percorsi adottivi: cosa sono e come promuoverle

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]L’adozione coinvolge una molteplicità di attori: il minore, la coppia adottiva, la famiglia allargata, amici e conoscenti e, sul versante istituzionale, l’autorità giudiziaria, i servizi sociali, la scuola, spesso anche i servizi sanitari. Nonostante i professionisti siano consapevoli di questa complessità di relazioni, quando emergono delle difficoltà l’intervento tende a concentrarsi sul minore, o sul minore e sui genitori, e a seguire una logica top-down, in cui gli esperti consigliano cosa fare per superare l’impasse. Si propone una diversa prospettiva, quella del Lavoro Sociale Relazionale, e la si illustra con l’analisi di quattro casi reali che si riferiscono a vicende adottive. Vengono focalizzati i concetti di rete di fronteggiamento, di finalità congiunta e di facilitazione, esaminando come essi possano guidare la pratica professionale nell’accompagnamento dei processi adottivi.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Reciprocity networks in adoptive paths: what they are and how to promote them
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)51-70
Numero di pagine20
RivistaLAVORO SOCIALE
VolumeVol. 16
DOI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • Adoption
  • Adozione
  • Coping Networks
  • Facilitazione
  • Lavoro Sociale Relazionale
  • Reciprocity
  • Reciprocità
  • Relational Social Wor
  • Reti di fronteggiamento

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Reti di reciprocità nei percorsi adottivi: cosa sono e come promuoverle'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo