Restaurare i mondi seriali. L'adattamento di format da Yo soy Betty, la fea a Ugly Betty

Cecilia Penati

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il panorama contemporaneo della serialità televisiva è caratterizzato da sempre più numerose operazioni di reversioning: società di produzione di paesi stranieri acquistano concept di fiction tv perché ne vengano realizzate delle versioni locali. Il caso più emblematico è quello di Yo soy Betty, la fea, telenovela colombiana che ha conosciuto una prima circolazione internazionale come ready made e successivamente è diventata uno scripted format adattato con successo in molti ambiti nazionali. Il saggio si concentra su Ugly Betty, adattamento americano della telenovela, indagando le modalità di localizzazione dello scripted format in una prospettiva essenzialmente testualista. Il processo di progressiva differenziazione dall’originale colombiano ha lavorato principalmente su due direttrici: da un lato la rinegoziazione del formato e del genere di partenza, che ha comportato il passaggio dalla telenovela a un quality drama di prime time. Dall’altro la complessificazione e la precisazione dell’universo diegetico, sia nelle puntate trasmesse in tv, sia nella ricca e multiforme testualità secondaria sviluppatasi a partire dalla serie.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Restore the serial worlds. The format adaptation from Yo soy Betty, the fea to Ugly Betty
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteArredo di serie. I mondi possibili della serialità televisiva americana
EditorALDO GRASSO, MASSIMO SCAGLIONI
Pagine43-52
Numero di pagine10
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Keywords

  • Scripted Format
  • Telenovela
  • Television
  • Televisione

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Restaurare i mondi seriali. L'adattamento di format da Yo soy Betty, la fea a Ugly Betty'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo