Responsabilità da reato dell’ente e prospettive evolutive. Verso un modello «autonomistico» e non «personalisticamente mediato» di ascrizione

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il presente lavoro indaga l’esigenza di rimeditare lo schema di ascrizione contenuto nel d.lgs. 231/2001 – posto a mezza via tra il modello della responsabilità per imputazione e quello della originäre Verbandshaftung – mediante la transizione verso un paradigma autonomistico, normativamente svincolato dal fatto della persona fisica, in virtù del quale l’ente risponda non del reato-presupposto ma di una offesa coincidente con l’inosservanza del dovere di auto-organizzarsi: impostazione, questa, che si porrebbe in linea con le riflessioni sviluppate in seno alla letteratura di lingua tedesca degli anni Novanta e che nei lavori di Günter Heine ed Ernst-Johachim Lampe incontrerebbe sicuri referenti dogmatici. L’analisi – che pure si giova del raffronto comparatistico con il sistema inglese del Bribery Act e del Corporate Manslaughter and Corporate Homicide Act – è condotta su un triplice piano: (i) sistematico o del disallineamento, nell’attuale intelaiatura ascrittiva, tra la struttura dell’imputazione e l’oggetto del rimprovero; (ii) dinamico o dell’accertamento; (iii) costituzionale o di aderenza ai principi. Il costrutto scardinerebbe peraltro quella visione jakobsiana ispirata alla fase c.d. funzionale del primo Roxin – prevalentemente espressa nel volume Kriminalpolitik und Strafrechtssystem e, dapprima, nel saggio del 1966 Sinn und Grenzen staatlicher Strafe – che rischia di insinuarsi nel “sistema-231” e che – cogliendosi in special modo nella formulazione dell’articolo 8 – surroga «alla colpevolezza […] in senso classico, intesa come manchevolezza etica personale […], uno Schuldbegriff […] maggiormente orientato a categorie sociali e giuridiche».
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Crime liability of the entity and evolutionary perspectives. Towards an "autonomistic" and not a "personalistically mediated" model of ascription
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)69-97
Numero di pagine29
RivistaLA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2021

Keywords

  • Corporate Criminal Liability
  • Responsabilità da reato degli enti, colpa, colpa di organizzazione

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Responsabilità da reato dell’ente e prospettive evolutive. Verso un modello «autonomistico» e non «personalisticamente mediato» di ascrizione'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo