Psicologia del "Senza". Nuovi modelli di consumo, nuovi consumatori e prodotti "senza"

Edoardo Lozza, Fusari Giulia

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]Perché consumiamo sempre più cibi “senza” (zuccheri, grassi, olio di palma, conservanti…)? Un trend peraltro osservabile non solo nel settore alimentare, ma anche nei mercati della cosmesi, cura e bellezza, pulizia e detergenza, prodotti per la casa… E come abbiamo reagito alle ridotte disponibilità di spesa causate dalla crisi? Rinunciare ad alcuni acquisti risulta a volte necessario (in questo caso non parliamo solo di “consumi senza”, ma proprio di situazioni “senza consumi”). Ma è psicologicamente sostenibile? Con quali conseguenze? Il volume tenta di rispondere a queste domande, sottolineando come sia stata proprio la crisi economica, circa dieci anni fa, ad aver innescato un processo di profondo mutamento nei nostri modelli di consumo, a partire dal quale sarà possibile affrontare i temi della rinuncia agli acquisti (“senza consumi”) e della preferenza per i consumi “senza” (“free from”), nel loro intreccio con le nuove pratiche di (neo)-frugalità e consumo green.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Psychology of the "Without". New consumption patterns, new consumers and "without" products
Lingua originaleItalian
EditoreEdizioni San Paolo
Numero di pagine144
ISBN (stampa)9788892219748
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • Psicologia dei consumi
  • consumatore

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Psicologia del "Senza". Nuovi modelli di consumo, nuovi consumatori e prodotti "senza"'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo