[Proposal of a method for assessing the risk of burnout in teachers: the VA.RI.B.O strategy]

Nicola Magnavita, Francesco Chirico, Giuseppe Taino, Ines Giorgi, Giuseppe Ferrari, Maria Carmela Mongiovì, Marcello Imbriani

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

3 Citazioni (Scopus)

Abstract

[Ita:]. Introduzione. La sindrome del burnout (BOS) può essere definita come una forma di strain lavorativo cronico caratterizzata dalla presenza di tre dimensioni: esaurimento emotivo, depersonalizzazione (o cinismo), ridotta efficacia professionale. La BOS colpisce tipicamente le professioni d’aiuto o “helping professions” come gli insegnanti. Obiettivo. Scopi di questo studio sono: 1) precisare il concetto di BOS, così come attualmente configurato nella letteratura scientifica internazionale; 2) analizzare i fattori di rischio psicosociale negli insegnanti; 3) elaborare una metodologia per la valutazione e la prevenzione del rischio di BOS negli insegnanti. Metodi. La revisione della letteratura ha seguito alcuni dei criteri delle linee guida PRISMA. Risultati e discussione. I risultati dello studio indicano l’opportunità che la BOS sia considerata un fattore di rischio psicosociale specifico e distinto dal rischio da stress lavoro-correlato. Si propone una strategia denominata VA.RI.B.O (VAlutazione RIschio di Burn-Out) da applicare per gli insegnanti.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] [Proposal of a method for assessing the risk of burnout in teachers: the VA.RI.B.O strategy]
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)221-235
Numero di pagine15
RivistaGiornale Italiano di Medicina del Lavoro ed Ergonomia
Volume41
Stato di pubblicazionePubblicato - 2019

Keywords

  • : burnout, valutazione del rischio, insegnante, professioni d’aiuto.
  • burnout
  • helping professions
  • risk assessment
  • teacher

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di '[Proposal of a method for assessing the risk of burnout in teachers: the VA.RI.B.O strategy]'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo