Progettare la presa in carico di pazienti migranti con diabete. Risultati preliminari di una indagine su consapevolezza di malattia e attenzione agli stili di vita in un poliambulatorio a bassa soglia

Stefania Bruno, Gualtiero Ricciardi, Gianfranco Damiani, Giulia Silvestrini, Eugenia Di Meco, Bruno Federico, Valentina Pettinicchio, Salvatore Geraci, Marica Liddo, Fabiana Arrivi, Elisabetta Franco

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]Introduzione: Il diabete mellito (DM) è una patologia cronica la cui prevalenza è in aumento nella popolazione immigrata. L’obiettivo dello studio è valutare, mediante un’indagine conoscitiva rivolta alla popolazione diabetica migrante, il livello di consapevolezza, le caratteristiche demografiche e l’attenzione agli stili di vita, individuando eventuali associazioni tra le variabili considerate. Metodi: Da aprile ad ottobre 2014 sono stati intervistati i pazienti (pz) affetti da DM afferenti ad un Poliambulatorio gestito dalla Caritas Diocesana di Roma. Tramite questionario, sono state raccolte informazioni su condizioni socio-demografiche, consapevolezza, livello di presa in carico del DM e attenzione agli stili di vita. Statistiche descrittive e inferenziali sono state utilizzate per descrivere il campione arruolato e indagare eventuali associazioni tra variabili. Risultati: Sono stati intervistati 67 pz; il 27%(17) è senza dimora e circa la metà (30) proviene dal sub-continente indiano. Al momento dell’intervista oltre il 90%(62) sapeva di avere il diabete; 57 da più di un anno. Il 60%(44) ha risposto correttamente ad almeno un quesito volto ad indagare la consapevolezza di malattia. Il 31%(20) è risultato fumatore, il 15%(16) ha smesso dopo la diagnosi. Il 76%(51) riferisce di aver cambiato dieta a causa del DM. L’80%(54) pratica regolarmente attività fisica e il 34% controlla regolarmente la pressione arteriosa. Nessuna variabile socio-demografica è risultata avere un impatto sulla consapevolezza di malattia. Tra gli stili di vita, lo status giuridico sembra associato alla scelta di praticare attività fisica (p<0.05). Conclusioni: Si evidenzia un alto livello di consapevolezza e una buona conoscenza del concetto di cronicità; appaiono confortanti le percentuali di coloro che hanno modificato il proprio stile di vita dopo la diagnosi di diabete. L’associazione significativa tra status giuridico e attività fisica incoraggia la conduzione di ulteriori studi.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Planning the management of migrant patients with diabetes. Preliminary results of a survey on disease awareness and attention to lifestyles in a low-threshold outpatient clinic
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteAbstract Book del 48° Congresso Nazionale SItI – “Alimentare la salute”
Pagine43
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePubblicato - 2015
Evento48° Congresso Nazionale SItI – “Alimentare la salute” - Milano
Durata: 14 ott 201517 ott 2015

Convegno

Convegno48° Congresso Nazionale SItI – “Alimentare la salute”
CittàMilano
Periodo14/10/1517/10/15

Keywords

  • diabete
  • migranti

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Progettare la presa in carico di pazienti migranti con diabete. Risultati preliminari di una indagine su consapevolezza di malattia e attenzione agli stili di vita in un poliambulatorio a bassa soglia'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo