Privilegio da contratto preliminare ineseguito e ipoteche: tot capita tot sententiae?

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]A giudizio dell'A., l'ordinanza del Tribunale di Genova rappresenta un ottimo esempio dei difetti connessi a un modo di legiferare affrettato sulla spinta delle "emozioni" del momento. Ricorda che il d.lg. 669/1996, convertito con modificazioni dalla l. 30/1997, introducendo la trascrizione del contratto preliminare di vendita immobiliare risultante da atto pubblico o da scrittura privata autenticata o accertata giudizialmente, ha previsto anche un'ulteriore forma di tutela per il promissario acquirente: qualora, infatti, il contratto preliminare trascritto non venga regolarmente eseguito, i crediti (restitutori e risarcitori) del promissario acquirente che ne conseguono hanno privilegio speciale sul bene immobile oggetto del preliminare. Prende quindi in considerazione le principali problematiche interpretative ed applicative delle nuove regole.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Unexecuted preliminary contract privilege and mortgages: tot capita tot sententiae?
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)495-498
Numero di pagine4
RivistaBANCA BORSA E TITOLI DI CREDITO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2001

Keywords

  • contratto preliminare
  • ipoteche

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Privilegio da contratto preliminare ineseguito e ipoteche: tot capita tot sententiae?'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo