Personalità e attività corticale: due possibili campanelli d’allarme dello sviluppo di gioco d’azzardo patologico nella malattia di Parkinson

Michela Balconi, Chiara Siri, Laura Angioletti, Nicoletta Meucci

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]Negli ultimi dieci anni l’interesse verso lo studio di un sottogruppo di pazienti con Malattia di Parkinson (Parkinson’s Disease, PD) che sviluppa gioco d’azzardo patologico (Pathological Gambling, PG) è aumentato a causa delle serie conseguenze sociali, personali ed economiche che il gioco d’azzardo comporta, sia per il paziente che per la sua famiglia. Lo scopo di questo studio consiste nell’esplorare la relazione tra i tratti di personalità e l’attività corticale prefrontale in pazienti con PD, con e senza PG. L’attività emodinamica, misurata per mezzo della spettroscopia funzionale nel vicino infrarosso (functional Near-Infrared Spectroscopy, fNIRS), e la performance all’Iowa Gambling Task (IGT) sono state rilevate in quarantasei pazienti con PD (37 maschi e 9 femmine; Mage=62.93, SD=7.76), divisi in tre gruppi sulla base del loro comportamento di gioco: pazienti con PD e PG attivo (Parkinson’s Disease Gamblers, PDG); pazienti PD patients con precedente PG, ora in remissione (Parkinson’s Disease Non-Gamblers, PDNG); e un gruppo di controllo (Control Group, CG) composto da pazienti con solo PD. La sensibilità alla ricompensa e l’impulsività sono state valutate utilizzando la scala BAS (Behavioral Activation System) del questionario BIS/BAS e la Barratt impulsiveness scale, versione 11. I risultati indicano che i pazienti PDG si distinguono dai pazienti PDNG e CG sia sul piano comportamentale sia in termini di attività corticale legata ai processi di decision-making. Nei pazienti con PD, il PG 1) è altamente predittivo di una strategia cognitiva disfunzionale (e.g. peggiore performance all’IGT), 2) influenza una risposta corticale anomala con un disequilibrio emisferico sinistro nelle aree dorsali ed 3) è legato a una maggiore sensibilità alla ricompensa (punteggi BAS più alti). Complessivamente, questi effetti confermano una condizione patologica legata agli aspetti cognitivi ed emotivi che rendono i pazienti con PD e PG vittima del loro comportamento disfunzionale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Cortical personality and activity: two possible warning signs of the development of pathological gambling in Parkinson's disease
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLibro degli Atti "XI Convegno Nazionale di Psicologia dell'Invecchiamento"
Pagine151-152
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018
EventoXI Convegno Nazionale di Psicologia dell'invecchiamento - Milano
Durata: 25 mag 201826 mag 2018

Convegno

ConvegnoXI Convegno Nazionale di Psicologia dell'invecchiamento
CittàMilano
Periodo25/5/1826/5/18

Keywords

  • Iowa Gambling Task
  • Parkinson
  • fNIRS

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Personalità e attività corticale: due possibili campanelli d’allarme dello sviluppo di gioco d’azzardo patologico nella malattia di Parkinson'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo