Percorsi educativi e pedagogia ricognitiva secondo il “modello Spaziopensiero”

Alessandra Rampani, Fregonese Stefano, Maspero Claudia, Donatacci Angela, Giangrasso Alessia, Esposito Francesca

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaContributo a convegno

Abstract

[Ita:]L’approccio educativo adottato presso i servizi per la prima infanzia gestiti da Spaziopensiero onlus è presentato nelle sue caratteristiche più salienti. Il particolare e originale approccio al bambino e ai genitori è definito come risultato dell’applicazione dei principi teorici della psicoanalisi infantile al contesto educativo. Dal punto di vista pedagogico è presentato come evoluzione di alcune storiche esperienze italiane e internazionali. L’articolo illustra un approccio al lavoro educativo che si fonda sulla ricognizione ex-post dei percorsi educativi intrapresi, proponendo una tipologia di esperienza che va oltre quella offerta dall’applicazione dei modelli basati sulla programmazione didattica e quelli fondati sulla progettazione (Reggio Children), di cui sono discussi i limiti. Questo approccio sottolinea la necessità di porsi dinanzi al bambino senza memoria e senza desiderio (Wilfred R. Bion) senza progetti e preconcetti ma con una grande disponibilità a farsi attraversare dalle sue istanze emotive e cognitive, dalla sua pulsione epistemofilica (Melanie Klein), permettendogli di divenire il nostro maestro (Mario Lodi) riguardo i suoi reali bisogni di crescita psichica e fisica, riservando all’adulto il lavoro di ricognizione delle tracce lasciate dal bambino nello svolgimento dei propri compiti evolutivi. L’approccio ricognitivo di Spaziopensiero si fonda su una concezione del Nido e della Scuola d’Infanzia come ambienti di apprendimento strutturalmente diverso da quello tradizionale. Alla concezione curriculare di accumulo della conoscenza che prevede una progressione lineare scandita da step, il modello di apprendimento proprio di Spaziopensiero oppone un modello di apprendimento a intelligenza diffusa e condivisa; un’intelligenza che non risiede nell’individuo ma nella relazione affettiva (transferale) su cui si struttura la relazione formativa, educativa e di apprendimento.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Educational paths and recognition pedagogy according to the "Spaziopensiero model"
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)21-24
Numero di pagine4
RivistaBAMBINI
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
Pubblicato esternamente
EventoLa città si prende cura dei suoi bambini - MILANO -- ITA
Durata: 10 mag 201311 mag 2013

Keywords

  • Osservazione educativa
  • Documentazione educativa
  • Educational paths
  • Educational Observation
  • Educational Documentation
  • Percorsi educativi

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Percorsi educativi e pedagogia ricognitiva secondo il “modello Spaziopensiero”'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo