Per un penale minorile partecipato:il modello delle Family group conference

Francesca Maci

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Nell’ambito del lavoro sociale con i minori autori di reato un tema rilevante è la partecipazione di bambini e ragazzi ai processi decisionali che li riguardano e che producono rilevanti cambiamenti nel loro percorso di crescita. Un altro aspetto rilevante per chi opera in questo ambito è il lavoro con la famiglia. Il reato, seppur in termini di responsabilità soggettive e giuridiche riguardi esclusivamente il minore, in realtà, sia nelle cause (senza generalizzare) che nelle conseguenze, ha un riverbero. Il modello della Restorative Justice Family group conference (RJFGC), che abbraccia una logica partecipativa, favorisce un maggior protagonismo del ragazzo autore di reato nella definizione del progetto di “messa alla prova”. In ultimo, offre una possibilità all’intera famiglia per lavorare sulla finalità più ampia del benessere del minore, delineando una cornice educativa maggiormente capace di tutelare il minore e di accompagnarlo nella sua crescita.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] For a participated juvenile penalty: the Family group conference model
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)128-138
Numero di pagine11
RivistaMINORI GIUSTIZIA
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013

Keywords

  • partecipazione
  • penale minorile

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Per un penale minorile partecipato:il modello delle Family group conference'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo