Pensionati e convitti femminili nell'età dell'emancipazione della donna.

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Il saggio presenta uno degli aspetti caratteristici della scolarizzazione femminile superiore, che avvenne, a partire dalla fondazione, fin dai primi anni dell'800, di specifici istituti per l'educazione femminile. Tali collegi, che si diffusero in tutte le cittadine della provincia italiana, ma che presero a modello alcune delle grandi istituzioni delle città capitali degli stati preunitari: dal Collegio delle Fanciulle di Milano, all'Annunziata di Firenze; presentavano un programma di studi ampio, generalmente organizzato intorno all'istruzione superiore letteraria, ma che manteneva anche al suo interno le cosiddette ars d'agrements, il ricamo, il ballo, la recita, e tutto ciò che veniva considerato proprio di un'educazione distinta delle ragazze. Tali istituti contribuirono notevolmente all'innalzamento della cultura femminile e all'affrancamento della donna, in particolare dei ceti più elevati, nella società contemporanea.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Female pensioners and boarding schools in the age of women's emancipation.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteDai collegi medievali alle residenze universitarie
Pagine99-112
Numero di pagine14
Stato di pubblicazionePubblicato - 2010

Keywords

  • Gender History
  • Modern History
  • Storia delle donne
  • Storia moderna
  • University
  • Università

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Pensionati e convitti femminili nell'età dell'emancipazione della donna.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo