Partito, teatro, morale. Nietzsche e il sacrificio dell'umano

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Sacrificarsi per Dio, per la patria, per gli altri. Immolarsi per un ideale politico o per una dottrina morale. Sacrifici costretti ma anche volontari. Autosacrifici. Capri espiatori e sacrifici del tempo libero. Tutti, nella società moderna, sembrano ormai parlare il linguaggio quotidiano del sacrificio. Per la totalità, per un bene maggiore, laico o secolarizzato che sia, è giusto che il singolo individuo annulli la propria esistenza. Come un vero e proprio sacrificio espiatorio dell’antichità: senza sangue stavolta, ma comunque perpetrato con la medesima violenza. Nietzsche, però, la pensa diversamente. Fa venire a galla e smaschera la logica sacrificale che permea la civiltà occidentale, offrendoci un interessante spaccato dell’ethos moderno. Alla fine, per lui, soggiornare in questa dinamica condurrà verso un unico, tragico risultato: ovunque vi è sacrificio, lì ne va dell’umano.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Party, theater, morality. Nietzsche and the sacrifice of the human
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteRassegna storiografica decennale (vol. IV)
Pagine152-169
Numero di pagine18
Stato di pubblicazionePubblicato - 2018

Keywords

  • Nietzsche
  • sacrificio

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Partito, teatro, morale. Nietzsche e il sacrificio dell'umano'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo