Note sulla fenomenologia dell'estetico

Eugenio De Caro

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]Il saggio delinea i contorni e le linee teoretiche di un'estetica fenomenologica di ascendenza strettamente hsserliana sviluppatasi in Italia a partire dagli anni '60 del XX secolo. A fianco di Husserl gli autori italiani sviluppano inolter un'utile lavoro di analisi e pubblicazione dei primi scritti di estetica fenomenologica anche non strettamente husserliani (in particolare Mortiz Geiger e Roman Ingarden). Viene messa in luce l'importanza e la pertinenza degli esponenti della prima estetica fenomenologica per lo sviluppo di un'estetica intesa come filosofia dell'arte e teoria del valore estetico-artistico
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Notes on the phenomenology of the aesthetic
Lingua originaleItalian
EditoreISU - Università Cattolica del Sacro Cuore
Numero di pagine211
ISBN (stampa)9788867800391
Stato di pubblicazionePubblicato - 1996

Keywords

  • Estetica
  • Fenomenologia
  • Geiger
  • Husserl
  • Ingarden
  • Melchiorre
  • Oberti

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Note sulla fenomenologia dell'estetico'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo