Nota redazionale a: CORTE DI CASSAZIONE, sez. VI penale, sentenza n. 51371 del 13 ottobre 2017, Pres. Rotundo – Rel. Fidelbo – P.M. Loy.

Carlo Novik

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Nel delitto di peculato l'appropriazione consiste in un comportamento uti dominus dell'agente nei confronti della cosa mediante il compimento di atti incompatibili con il titolo per cui possiede, in modo da realizzare la c.d. interversio possessionis e interrompere così la relazione funzionale tra il bene e il legittimo proprietario (fattispecie relativa all'utilizzo di locali e di apparecchiature ospedaliere per fini diversi da quelli istituzionali)
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Editorial note to: COURT OF CASSATION, section VI criminal, sentence no. 51371 of 13 October 2017, Pres. Rotundo - Rel. Fidelbo - PM Loy.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)775-790
Numero di pagine16
RivistaRIVISTA ITALIANA DI MEDICINA LEGALE E DEL DIRITTO IN CAMPO SANITARIO
Volume2017
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • Peculato e bene giuridico – Pubblico Ufficiale – Incaricato di pubblico servizio – Condotta di appropriazione – Peculato e abuso d’ufficio – Oggetto dell’appropriazione – Altruità – Peculato d'uso – Elemento soggettivo

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Nota redazionale a: CORTE DI CASSAZIONE, sez. VI penale, sentenza n. 51371 del 13 ottobre 2017, Pres. Rotundo – Rel. Fidelbo – P.M. Loy.'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo