Nota a Corte cost. 26 maggio 2017, n. 127 in tema di successione fra normativa penale e normativa sanzionatoria amministrativa

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]La sentenza commentata si inserisce nel filone relativo alla depenalizzazione inaugurato da Corte cost. 7 aprile 2017, n. 68, la quale ha ritenuto non corretta la “presunzione, da cui muove il legislatore, che la sanzione amministrativa sia in ogni caso più favorevole di quella penale”; a questa stregua, per i fatti commessi prima dell’entrata in vigore della legge di depenalizzazione si è cominciato a porre il problema di stabilire quale sia in concreto il trattamento sanzionatorio più gravoso, anche quando la disciplina transitoria abbia optato per l’applicazione della disposizione sanzionatoria amministrativa ai fatti commessi nel vigore della legge penale
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Note to Constitutional Court May 26, 2017, n. 127 regarding the succession between criminal law and administrative sanction law
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)3587-3590
Numero di pagine4
RivistaIL FORO ITALIANO
Volume2017
Stato di pubblicazionePubblicato - 2017

Keywords

  • CEDU
  • depenalizzazione

Cita questo