Nostalgia e desiderio nel pensiero di Cicerone

Alfredo Valvo

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Nell' opera intitolata De legibus (libro I), dove risalta maggiormente la sua tensione al divino, Cicerone manifesta la convinzione in una presenza divina nel mondo, ribadita da affermazioni presenti nella Pro Milone e nella Pro Sestio. La certezza dell'immortalità dell'anima e la 'professione di fede' del Somnium Scipionis mostrano la stretta necessità che collega le sue convinzioni religiose all'attività politica. Attraverso il desiderio e la nostalgia la ragione risveglia il mai sopito sentire della nostra somiglianza con Dio.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Nostalgia and desire in Cicero's thought
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteVerità e mistero nel pluralismo culturale della tarda antichità
EditorAngela Maria Mazzanti
Pagine40-48
Numero di pagine9
Stato di pubblicazionePubblicato - 2009

Keywords

  • cicerone
  • pensiero
  • tardoantico

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Nostalgia e desiderio nel pensiero di Cicerone'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo