Non tutto da sapere

Maria Teresa Maiocchi

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il cartello costituisce la messa in esercizio di un certo nucleo della Scuola in quanto l'Altro vi funziona come barrato. In che modo cartello e passe diversamente si articolano e si situano nella Scuola? Due elaborazioni di sapere che ad un certo livello appaiono annodarsi. Nella passe il soggetto arriva a toccare il limite, dove ciò che arriva a sostenere è un posto contro l'ideale di un tutto-sapere. Il cartello può essere considerato come passe all'entrata: chiunque orientato e preso dall'interesse della psicoanalisi può sottoporsi a questa esperienza. Si tratta di un'esperienza di sapere tra-soggetti sufficientemente orientati dalla psicoanalisi per una ricerca, i cui obiettivi vengano definiti non tanto da un tornaconto disciplinare, quanto dall'esistenza della Scuola. Non è un semplice gruppo di studio- così come la Scuola non può coincidere con la società analitica- ma pertiene a un'esperienza singolare/formativa che ha a che fare con la struttura e quindi con un buco, un punto reale decisivo. In questo senso la specificità del cartello, mediante la funzione del più uno- come uno in meno alla logica del gruppo, colui che si sottrae e che permette un'istericizzazione del sapere in gioco tra-soggetti- presentifica il limite del sapere e aggancia alla pertinenza della struttura e della passe.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Not all to know
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)23-29
Numero di pagine7
RivistaAppunti. Pubblicazione mensile della SISEP
VolumeAnno VIII
Stato di pubblicazionePubblicato - 1995

Keywords

  • gruppo
  • psicoanalisi

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Non tutto da sapere'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo