Nomi di primavera. Ipotesi di onomastica fenogliana

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]'Primavera di bellezza' si presta a un'indagine di carattere onomastico, poiché permette di considerare il rapporto tra titolo, vicenda e scelta degli antroponimi sulla base dell'ultima volontà del'autore. Grazie al raffronto con le redazioni precedenti del romanzo, poi espunte o accantonate, e ad alcune delle traduzioni dell'albese dei primi anni Cinquanta, è stato possibile sondare tanto le ragioni della preferenza di un nome inglese per il protagonista, quanto le suggestioni letterarie sottese alla giovinezza di Johnny e a quella di Fulvia, il personaggio femminile poi scomparso nell'edizione del 1959. Attraverso i testi di Hopkins, e grazie soprattutto al dantismo di Eliot, che riconduce alla 'Vita nuova' e di lì alla Bibbia, si è voluto evidenziare come l'antroponimo Johnny ponga in maggior rilievo alcuni aspetti peculiari del personaggio, in particolare il disprezzo verso la retorica di regime, la sofferta vocazione letteraria e, infine, l'impossibilità di superare i confini di un'incerta primavera in vista della maturità. .
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Spring names. Hypothesis of phenoglian onomastics
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)73-89
Numero di pagine17
RivistaTESTO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2003

Keywords

  • Fenoglio Beppe
  • Onomastica
  • Primavera di bellezza

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Nomi di primavera. Ipotesi di onomastica fenogliana'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo