Networked Flow: Esperienza Ottimale e Creatività di Gruppo

Risultato della ricerca: Contributo in libroChapter

Abstract

[Ita:]Anche all’interno delle interazioni sociali è possibile sperimentare un’esperienza ottimale. Tale esperienza, definita “networked flow” è uno stato di transizione che costituisce la modalità specifica della trasformazione sociale. E’ infatti in essa, che l’intenzione soggettiva diventa collettiva, ovvero in grado di guidare l’azione dei membri del gruppo. Per sperimentare questa esperienza sono necessarie tre condizioni: a) i membri del gruppo condividono gli stessi obiettivi e le stesse esperienze emotive (livello massimo di presenza sociale); b) i membri del gruppo sperimentano una situazione di liminalità, di “stare per”; c) i membri del gruppo identificano nell’attività comune lo strumento per uscire da tale situazione di liminalità. Quando queste circostanze si verificano, il risultato dell’attività del gruppo è, con ogni probabilità, la creazione di nuovi prodotti e nuove conoscenze.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Networked Flow: Optimal Experience and Group Creativity
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteFlow, benessere e prestazione eccellente. Dai modelli teorici alle applicazioni nello sport e in azienda.
EditorMarisa Muzio, GIUSEPPE RIVA, Luca Argenton
Pagine81-99
Numero di pagine19
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • creatività
  • flow

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Networked Flow: Esperienza Ottimale e Creatività di Gruppo'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo