Network virali e piattaforme digitali

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivista

Abstract

[Ita:]Il coronavirus ha scatenato una pandemia che fa riaffiorare i ricordi di atavici flagelli, riproponendo antiche minacce, che ritenevamo confinate ai libri di storia. Il legame tra uomo e natura è sempre stato conflittuale e scandito da bibliche pestilenze che periodicamente riaffiorano, sovvertendo un ordine che il Sapiens pretende invano di dominare. Riappare inaspettatamente il cigno nero, evento imprevisto che stravolge la traiettoria delle nostre aspettative, e che, a posteriori, è inappropriatamente razionalizzato e giudicato prevedibile. E la pandemia si propaga attraverso una rete (network) fatta di contiguità fisica e rapporti sociali, catalizzata dalla globalizzazione e collegata ad una dimensione digitale sempre più pervasiva. In questo contesto, i network virali si intersecano con piattaforme e reti virtuali, con un intreccio basato su antinomie e connivenze solo apparentemente estemporanee. La dialettica contrapposizione tra network virali e piattaforme digitali può essere interpretata anche col mito della caverna di Platone, domandandosi se le orme percepite dai prigionieri rappresentano la realtà concreta o una sua mera trasposizione virtuale.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Viral networks and digital platforms
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)22-26
Numero di pagine5
RivistaVITA E PENSIERO
VolumeCIII
Stato di pubblicazionePubblicato - 2020

Keywords

  • coronavirus
  • piattaforma digitale

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Network virali e piattaforme digitali'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo